ITEN

TwitterYoutubeFlickrFacebook

 

Amo La Vita Onlus

A favore dell'Oncologia Medica del

Ospedale San Carlo Borromeo - Milano

Cosa sono le cure palliative? 

L’obiettivo delle cure palliative è il raggiungimento della migliore qualità di vita possibile per il paziente e la sua famiglia. La maggior parte degli aspetti delle cure palliative sono applicabili anche nel corso della malattia contemporaneamente ai trattamenti che hanno intento curativo come la chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia, ma assumono un ruolo prevalente o esclusivo nelle fasi avanzate della malattia.

...il raggiungimento della migliore qualità di vita possibile per il paziente...

Luogo privilegiato in cui praticare le cure palliative è il domicilio del malato, la casa è il contenitore naturale della vita di una persona, offre maggiori comodità, la vicinanza dei familiari, maggior possibilità di distrazione: “poter restare a casa, con i propri cari, disponendo di un supporto professionale nella gestione delle cure può costituire un’opportunità importante per il paziente e la sua famiglia, consente infatti di mantenere i propri ritmi, le proprie abitudini, il contatto con le proprie cose e con le persone ritenute importanti.”


Quando l’assistenza al domicilio non è possibile o non è appropriata, la migliore alternativa è rappresentata dal ricovero in Hospice, struttura residenziale dedicata al ricovero e alla degenza dei malati., anche solo per un ricovero temporaneo e di sollievo per i familiari. 

A chi è rivolto il servizio: 
  • ai malati oncologici in fase avanzata
  • che desiderano essere curati a domicilio
  • che necessitano di un controllo dei sintomi caratteristici della malattia
  • che non sono più in grado di accedere ai servizi ambulatoriali ospedalieri 

L’ospedalizzazione domiciliare richiede la presenza di almeno una persona presso il domicilio (non necessariamente un parente) che possa farsi carico dell’assistenza al paziente in modo continuativo 24 ore su 24 e che possa essere un riferimento stabile e affidabile per gli operatori dell’èquipe.

Come si attiva l’assistenza: 

Per attivare l’ospedalizzazione domiciliare è richiesto un colloquio tra un familiare del paziente e gli operatori del Servizio di ospedalizzazione domiciliare di riferimento (in base alla zona di residenza), che si prenota telefonicamente contattando i singoli Servizi. Nel corso del colloquio si valuta insieme al familiare la storia clinica del paziente, la necessità e l’effettiva possibilità di attivare il Servizio. Qualora non esistano i requisiti per attivare il Servizio si valutano le possibili alternative.

Il servizio è attivo 24 ore su 24 tutti i giorni all’anno festivi compresi.

 

Il servizio prevede:  
  • la presa in carico del paziente da parte di professionisti e volontari (quando richiesti) esperti in cure palliative
  • la fornitura di farmaci o direttamente da parte dell’ospedale o tramite prescrizione su ricettario regionale
  • la possibilità di effettuare esami del sangue a domicilio
  • la fornitura gratuita diretta o tramite organizzazioni non profit di alcuni presidi come pompe infusionali, materassi antidecubito, carrozzine, comode e letti articolati. 

 

Il servizio di ospedalizzazione domiciliare dell’Ospedale San Carlo Borromeo - MILANO: 

Dal 1989 è attivo, presso l’Unità Operativa di Oncologia Medica dell’Ospedale San Carlo Borromeo di Milano, un servizio di Cure palliative ed Assistenza domiciliare per i pazienti oncologici terminali. L’attivazione del servizio è stata resa possibile dal sostegno economico della Fondazione Floriani, della Lega Tumori e dell’Associazione Oncologica Milanese - AMOlavitaONLUS della nostra Unità Operativa.

Dal 2005 il Servizio di Assistenza domiciliare è finanziato dalla Regione Lombardia...

Dal 2005 il Servizio di Assistenza domiciliare è finanziato dalla Regione Lombardia, inizialmente all’interno del programma sperimentale “cure intermedie tra ospedale e territorio” denominato “Piano Urbano“e dal 2008 nell’ambito del percorso “Ospedalizzazione Domiciliare Cure Palliative Oncologiche”. Resta comunque fondamentale il ruolo di sostegno delle tre organizzazioni non profit citate e in particolare di AMOlavitaONLUS.

Il Servizio, gratuito, opera nel distretto 5 (zone 6 e 7 di Milano), può essere richiesto dal paziente stesso e/o dai suoi familiari, dal medico di medicina generale, dagli ospedali e dai servizi territoriali ed è in grado di seguire 15 pazienti contemporaneamente.

L’appuntamento per il colloquio informativo/valutativo può essere fissato telefonando ai numeri: 02-4022 2666-2112-2116-2270.

 

Documentazione da presentare al momento del colloquio: 
  • documentazione clinica del paziente
  • fotocopia della carta di identità
  • fotocopia della tessera sanitaria
  • fotocopia tessere di esenzione

 

Organizzazione del servizio al domicilio: 

Le cure domiciliari vengono offerte da una èquipe multidisciplinare composta da: 

  • un coordinatore medico
  • un coordinatore infermieristico
  • tre medici esperti in cure palliative
  • tre infermieri professionali esperti in cure palliative
  • uno psicologo
  • volontari della Lega Italiana Tumori

 

Il paziente viene seguito dallo stesso medico e infermiere che lo prendono in carico dalla prima visita fino alla fine del percorso.
La cadenza delle visite mediche e infermieristiche si basa sull’intensità assistenziale del paziente (di media 1 visita medica e 3 visite infermieristiche alla settimana.

Al domicilio viene lasciato un diario clinico regolarmente aggiornato da ogni operatore.