ITEN

TwitterYoutubeFlickrFacebook

 

Amo La Vita Onlus

A favore dell'Oncologia Medica del

Ospedale San Carlo Borromeo - Milano

Il Progetto d’Accoglienza è stato varato a fine anni ‘90 ed è soggetto a periodici aggiornamenti. L’Ospedale è un non-luogo rispetto agli spazi in cui normalmente si vive: in Ospedale vengono a mancare quei punti di riferimento abitudinari della quotidianità.

 

Attività artistiche e di counseling aiutano a contenere le ansie sviluppate nell’attesa.

Il paziente, già investito dalle emozioni nascenti dalla malattia, in un luogo estraneo come può essere la sala di attesa, vive un sentimento di spaesamento, anche se si tratta di una permanenza di solo qualche ora.

L’Accoglienza aiuta a far sì che pazienti e parenti si sentano meno disorientati, più a proprio agio, trovando un solido appoggio nel difficile e lungo cammino della malattia.

L’aspetto umano è posto in primo piano: il paziente, dopo essere passato dalla reception all’ingresso delle Sale d’Attesa situate nei due segmenti ambulatoriali (il primo al quarto piano ospita le Stanze Visita e il Day-Hospital, il secondo al sesto piano ospita altre Stanze Visita), viene accolto dal triage infermieristico, e da volontari professionalmente preparati per questo compito. Le Sale d’Attesa e le due Reception consentono intimità sia ai pazienti sia ai familiari. In queste sale i pazienti, in attesa del proprio turno di visita e spesso ancora a digiuno per motivi medici, possono consumare la prima colazione.

 

Arte e Agio
Counseling