ITEN

TwitterYoutubeFlickrFacebook

 

Amo La Vita Onlus

A favore dell'Oncologia Medica del

Ospedale San Carlo Borromeo - Milano

AMOlavitaONLUS, alter-ego dell'Unità Operativa di Oncologia Medica dell'Ospedale San Carlo Borromeo di Milano, è impegnata nella cura clinica dei tumori e si occupa delle esigenze collaterali alla cura medica che, se non accolte, inciderebbero sul decorso della malattia.

Quindi il lavoro di AMOlavitaONLUS è a favore dei pazienti e dei loro familiari e nasce dalle difficoltà che emergono durante la malattia e per i cambiamenti della quotidianità che essa comporta.

Ogni difficoltà è tramutata da AMOlavitaONLUS, insieme agli operatori sanitari dell'U.O. di Oncologia, in Progetto per la ricerca delle soluzioni possibili. Talvolta è sufficiente un semplice intervento, altre è necessario apportare modifiche sostanziali alla struttura con azioni sull'ambiente, sulle attrezzature e/o sul personale.

In questi casi i Progetti richiedono risorse umane ed economiche che vengono ricercate con operazioni di raccolta fondi.

Alcuni Progetti sono stati assorbiti dall'equipe sanitaria, altri sono attuati grazie alla  partecipazione di volontari appositamente formati, nell'ambito del Progetto di Umanizzazione dell'Ospedale. 

 

I CAMPI PROGETTUALI

Negli oltre trent'anni di vita dell'Associazione si sono sviluppati Progetti nati da tutta una serie di difficoltà raggruppabili nei campi d'intervento della cura clinica dei tumori.

Alcuni Progetti sono stati assorbiti dall’equipe sanitaria, altri sono in attività con la partecipazione di volontari appositamente formati, nell’ambito del Progetto d’Umanizzazione dell’Ospedale. La soluzione ottimale sarebbe la ristrutturazione dell’area che ospita l’U.O. di Oncologia Medica. A parità di superficie, i locali sono costruiti su 2.000 mq., coi criteri dei Reparti Degenza (a sinistra le camere per pazienti, a destra i servizi igienici e gli studi del personale sanitario). La suddivisione non rispecchia l’organizzazione attuale: le Degenze andrebbero in camere con bagno, gli ambulatori a sinistra e a destra (tranne le infermierie), i Day-Hospital adatti a ospitare per alcune ore pazienti e parenti e le Cure Palliative come Hospice (camere singole con 1 posto per un parente e bagno). Per ora questa soluzione è impossibile, perché il costo non è sostenibile dall’ospedale e occorre rimediare ai disagi con Progetti alternativi.